NGIN

Uncertainty Performance Domain – PMBOK® Guide 7th Edition

Uncertainty

Secondo il PMBOK® Guide 7th Edition ci sono cinque definizioni molto importanti che riguardano questo Performance Domain:

Tener conto dell’ambiente di progetto è di fondamentale importanza per il successo nella consecuzione dei risultati e dei benefici attesi. Gli aspetti dell’ambiente di cui tenere conto e che sono fonte di incertezza sono diversi: tecnici, politici, socio-economici.

A seconda della situazione, l’incertezza può nascere ed avere potenziali impatti positivi o negativi, per cui si parla di “opportunità” nel primo caso e “minacce” nel secondo. Affinché il progetto possa avere successo, devono essere prese in considerazioni tutte le fonti di incertezza e adottare delle contromisure in risposta agli eventi che possono conseguirne. In sostanza, l’incertezza va affrontata in modo proattivo.

Nei progetti in cui i requisiti non sono completamente chiari dall’inizio, generalmente si adotta un approccio di sviluppo adattivo/ibrido, per cui in questo tipo di progetti è più propabile trovarsi ad affrontare maggiori incertezze.

L’incertezza ha vari aspetti ed in questo performance domain si affrontano i seguenti:

  • Incertezza Generale: l’incertezza è intrinseca in tutti i progetti. Vi sono varie possibilità di rispondere all’incertezza: raccogliere informazioni (a volte proprio la raccolta di informazioni consente di ridurre l’incertezza, ad esempio facendo un’analisi di mercato), prepararsi a molteplici esiti, set-based design (esame di diverse alternative di progetto condotte nelle prime fasi del ciclo di vita possono ridurre l’incertezza), resilienza integrata (prendere in considerazione da subito ed integrare la capacità di adeguarsi e rispondere rapidamente a cambiamenti inattesi sia da parte del team che dell’organizzazione.
  • Ambiguità: esistono due tipi di ambiguità, ovvero quella concettuale e quella situazionale. La prima si verifica quando le persone utilizzano termini o argomenti simili in modi diversi. In questo senso la PMBOK® Guide 7th Edition porta un esempio chiaro: l’affermazione “La schedulazione è stata segnalata sotto controllo la scorsa settimana” è ambigua perché non si capisce bene se la schedulazione era sotto controlo sotto controllo la scorsa settimana, oppure se è stata segnalata la scorsa settimana.
  • Complessità: Il concetto di complessità fa riferimento a qualcosa che si comprende con difficoltà. Spesso per definirlo semplicemente si usa far riferimento ad una “mancanza di semplicità”. Nei progetti, questo concetto fa riferimento alla difficoltà di gestione dei progetti a causa dell’ambiguità e di fattori umani ed ambientali. Nell’Uncertainty Performance domain sono incluse le modalità per la “navigazione della complessità”, che ricordiamo essere uno dei 12 principi introdotti con la PMBOK® Guide 7th Edition.
  • Volatilità: nei progetti in cui il contesto (l’ambiente) è in continua e rapida evoluzione, i conseguenti cambiamenti non prevedibili generano volatilità. Essa ha di solito impatto sui costi e schedulazione, e per gestirla si utilizzano l’analisi delle alternative e le riserve dei costi (con le quali si intendono coprire gli sforamenti del budget dovuti alla volatilità dei prezzi) e le riserve di schedulazione.
  • Rischi: In questo performance domain sono incluse le attività di identificazione dei rischi, preparazione delle risposte e navigazione efficiente dei rischi che il team di progetto deve condurre in modo proattivo e continuo durante tutto il suo ciclo di vita. Lo scopo è aumentare quanto possibile gli effetti dei rischi positivi (opportunità) e minimizzare quanto possibile l’effetto di quelli negativi (minacce).

Fonti:

  • Wikipedia
  • PMBOK® Guide 7th Edition

Immagini:

  • Public domain images from Pexels

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.