NGIN

Piattaforma ICCS (Integrated Communication Control System)

Posto Centrale Operatore

Piattaforma ICCS (Integrated Communication Control System)

L’obiettivo della realizzazione della piattaforma ICCS era di fornire ai sistemi di comunicazione delle Metropolitane delle funzioni di controllo e monitoraggio operativo a supporto delle operazioni di transito complessive. Un sistema a grandissime linee costituito dall’hardware del server principale, dal software applicativo del server, da un database integrato e dalle stazioni di lavoro dell’operatore.

Il Progetto per la realizzazione di questa piattaforma nasceva dall’esigenza di reingegnerizzare il “Posto Centrale Operatore” (PCO), un sistema utilizzato nelle stazioni Metro per la gestione e controllo da una singola Control-Room delle stazioni e dell’on-board system dei treni. Un PCO in generale è composto dai seguenti sottosistemi:

  • Closed-circuit television (CCTV),
  • Passenger information display (PID)
  • Public Announcement (microphones, speakers)
  • Telephony and Emergency Telephony
  • Integrazione con Sistema SCADA

Diversi PCO sono stati prodotti nel corso degli anni da T&T Sistemi per diverse linee Metropolitane italiane (Milano e Napoli ad esempio), europee (Copenaghen, Danimarca) ed extraeuropee (Riyadh), ma per raggiungere obiettivi di economia di scala in modo da comprimere i costi di produzione e fornire ai clienti (Ansaldo STS, oggi Hitachi Rail STS) un sistema collaudato, maturo e “customizable” di volta in volta, è stato concepito il progetto della piattaforma ICCS, ovvero un sistema di controllo integrato e centralizzato in grado di supportare le operazioni di transito dal Centro di controllo delle operazioni (e dal Centro di controllo delle operazioni di backup), in grado di essere “personalizzato” per ogni nuova metropolitana (ovvero una piattaforma riutilizzabile).

Funzionalità della piattaforma ICCS

L’ICCS era composto da due sistemi principali: il Telecommunication Control System ed il Surveillance Management System (SMS).

Il TCS era composto da dispositivi hardware e applicazioni software che consentivano la gestione dei sistemi di telecomunicazione: il Sistema Informativo Passeggeri (PIS) e Sistema Telefonico di Emergenza. Il Passenger Information System (PIS) era un’integrazione del Visual Passenger Information System (PID-System) e del sistema di altoparlanti (PA-System). Il sistema telefonico di emergenza (ETEL) era un’integrazione del sistema di chiamata di emergenza (sistema ECP – Emergency Call Point) e del telefono di emergenza e del telefono dell’ascensore. Il PIS consentiva di eseguire annunci audio e/o video in tutte le stazioni e in tutte le autovetture in servizio. L’annuncio audio veniva fornito attraverso l’interazione con il sistema PA e l’annuncio video tramite l’interazione con il sistema PID.
L’SMS era un Sistema di Gestione della Sicurezza ampio e configurabile adatto alla protezione delle ferrovie urbane o regionali. Coerentemente con quello dell’intera piattaforma ICCS, l’obiettivo era realizzare un prodotto tale da poter essere fornito ai clienti configurando un framework di sistema standard, con il minor sviluppo software possibile. Da un punto di vista logico, l’SMS personalizzato (che risulta dalle attività di personalizzazione della piattaforma standard) integra almeno i seguenti sottosistemi:

  • CCTV (Videosorveglianza)
  • ACS/IDS (Controllo accessi e rilevamento delle intrusioni)

Riferimenti

Il progetto è stato commissionato da Ansaldo STS a T&T Sistemi S.r.l.

Approccio alla soluzione e tecnologie utilizzate

  • Modellazione UML 2.5
  • Linguaggio C#
  • Linguaggio Java
  • DBMS MySQL